È ARRIVATO IL FULESTA DI RSP

Dal 2015 i fotografi di RSP percorrono la Romagna in cerca di storie da raccontare e fotografare, assecondando il manifesto del collettivo e alimentando un archivio fotografico che consta ad oggi di più di 3000 foto. Nel folclore della Romagna agricola del primo 900, il fulesta, o fulèr, era “un raccontatore romagnolo di fole, cioè di favole della tradizione orale o di storie, sia tratte dal repertorio epico-popolare o di ambientazione contemporanea. Il fulesta era spesso un girovago e, in tempi recenti, un rappresentante di commercio. Assieme all’arte di raccontare (nei trebbi, nelle piazze dei mercati, nelle cucine contadine) esercitava spesso i mestieri tipici delle fiere“, da wikipedia.

L’ARCHIVIO RSP COME UN TREBBO

Ci siamo scoperti a sfogliare l’archivio fotografico di RSP nello stessa disposizione d’animo dei contadini romagnoli che partecipavano al trebbo: “Dopo che i bambini erano andati a letto cominciava la seconda parte della serata. Uomini e donne si radunavano attorno alla tavola ed iniziavano a raccontare fatti, vecchi e nuovi. Alcune volte il capofamiglia invitava un fulèsta (pl. fulèstar), ovvero un cantastorie. Quando il padrone di casa andava verso il camino e raddrizzava e’ zoch (cioè lo toglieva dal camino) era segno che la serata era finita. In maniera molto informale, poteva scapparci la battuta: Andem a lët ché i triparul j s’ vò andèr a ca’! (Andiamo a dormire, che i trebbaioli vogliono andare a casa!)” da wikipedia.

 

 

E allora abbiamo pensato “perché non mettere a disposizione dei romagnoli le foto e le storie di RSP per ricreare nella propria casa, o nel proprio esercizio commerciale o in altri locali pubblici, una storia romagnola su misura?”.

LA PROPOSTA

Mettiamo che vogliate decorare la parete del salotto di casa o della tavernetta, oppure che abbiate un bar o un ristorante e pensiate che sarebbe carino disporre sul muro una serie di foto legate a un tema del territorio romagnolo, ebbene, il Fulesta di RSP potrebbe intervenire selezionando dall’archivio, sulla scorta delle vostre indicazioni, una serie di foto adatte a voi. Oppure potreste in prima persona individuare nell’archivio alcune foto che sarebbero perfette per la vostra esposizione. Qualora vogliate andare oltre, potreste perfino chiedere al fotografo del collettivo a cui vi sentite più vicini per sensibilità ed estetica di scattare le foto su incarico diretto.

E non solo, oltre alla consulenza e alla messa a disposizione delle foto, i fotografi di RSP, a livello individuale e/o come collettivo, possono occuparsi dell’allestimento e della preparazione utilizzando i loro fornitori di fiducia abituali e le loro pratiche personali di stampa e sviluppo.

COSTI E MODALITÀ DEL SERVIZIO “FULESTA”

Il collettivo è un gruppo di fotografi indipendenti, liberamente e gratuitamente collaboranti tra di loro. I servizi del Fulesta sono molteplici e variano nel costo a seconda della loro natura e delle competenze e dei soggetti coinvolti:

  • ricerca d’archivio;
  • reperimento e proposta di selezione;
  • realizzazione servizio fotografico ad hoc;
  • accordi individuali con il singolo fotografo o coordinamento tra più fotografi;
  • collezione e fornitura file o stampe (sfuse o incorniciate).

Per queste ragioni è difficile formalizzare un listino prezzi o anche solo un preventivo. La cosa migliore è compilare il form qui sotto per essere ricontattati o messi in contatto con le risorse giuste. Spiega al Fulesta che cosa hai in mente e ci vediamo a trebbo;-)

CONTATTA IL FULESTA

Compila gentilmente il form qui sotto raccontandoci la tua idea e cercando di fornirci più informazioni utili possibili, così ti potremo rispondere in modo rapido e preciso. Rispondiamo comunque a tutti e nel più breve tempo possibile, questo è poco ma sicuro;-).

     

    © foto copertina Stefano Biserni